IPERTENSIONE: INTERESSE PER BLOCCANTI CANALI T CALCIO
IPERTENSIONE: INTERESSE PER BLOCCANTI CANALI T CALCIO

Stoccolma, 26 ago. (Adnkronos Salute) - Interessanti opportunita' terapeutiche, aperte dallo sviluppo di una nuova classe di calcio antagonisti che bloccano selettivamente i canali T del calcio, sono state sottolineate a Stoccolma dal dottor Bernard Waebert della divisione di ipertensione dell'Universita' Vadois di Losanna, nel corso del XIX congresso della Societa' europea di cardiologia.

In particolare, i ricercatori hanno evidenziato il ruolo del mibefradil, il capostipite di questa nuova classe di bloccanti i canali T del calcio, ove T sta per transitorio e indica il breve intervallo il breve intervallo di tempo nel quale questi canali restano aprti. Il fatto che essi siano presenti solo in alcuni distretti dell'organismo, tra cui il nodo seno-atriale, il sistema nervoso simpatico e i vasi sanguigni, lascia ipotizzare un loro coinvolgimento nella regolazione del ritmo cardiaco. E' certo, invece, che il loro blocco impedisce l'ingresso dello ione calcio nelle cellule, provocando una vasodilatazione che compensa la vasocostrizione propria dell'ipertensione.

Per queste caratteristiche, mibefradil, che e' stato prodotto dalla Roche e ha ottenuto la registrazione europea e quella dell'Fda per il lancio negli Stati Uniti, si presenta come una nuova valida opzione dei pazienti ipertesi.

(Stg/Adnkronos Salute)