IGIENE ORALE: LA ''RADIOGRAFIA'' DEL BACIO
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


IGIENE ORALE: LA ''RADIOGRAFIA'' DEL BACIO

Roma, 1 ott. (Adnkronos Salute) - Baciare aiuta a mantenere pulita la bocca e i denti, protegge dal contagio di germi patogeni e scatena reazioni immunologiche positive che migliorano la qualita' della vita e favoriscono addirittura la longevita'. A fare la ''radiografia'' del bacio dal punto di vista chimico-scientifico, senza tralasciare storia e citazioni illustri in materia, e' un articolo pubblicato sulla rivista ''Cuore e Salute'', mensile pubblicato dal Centro per la Lotta contro l'Infarto.

Oltre alle proprieta' germicide del bacio, dovute alla ''circolazione'' del lisozima, il bacio sembra essere un vero e proprio toccasana per tutto il nostro organismo. ''Con un dispendio energetico che va da 50 a 150 calorie (meno di 10 minuti di nuoto in piscina) - si legge nell'articolo - esso mette in azione, a seconda dei casi, da 12 a 56 muscoli, fa salire di qualche decina di millimetri la pressione del sangue, aumenta fino a raddoppiarla la frequenza dei battiti caridaci, stimola la produzione di ormoni e soprattutto accresce la produzione di saliva. Con un bacio - aggiunge l'autore - entrano nel nostro organismo da 10 a 20 milligrammi di acqua ai quali si sommano una ventina di altre sostanze (albumina, enzimi, sali, fosfolipidi, colesterolo, vitamine, oltre a batteri e virus, questi ultimi considerati pero' privi di pericolosita').

Ma, proprio a causa di questo passaggio (per quanto amoroso) di saliva, sembra che il bacio stia rischiando la ''crisi''. A metterlo sotto accusa ora sono anche i gastroenterologi che lo ritengono responsabile della trasmissione dell'Helicobacter pylori, il germe imputato di causare ulcera gastro-duodenale e, forse, di favorire i tumori dello stomaco. Chissa' che presto non si arrivi al colluttorio anti-Helicobacter da assumere ''prima e dopo'' il bacio.

(Fei/Adnkronos Salute)