CA.POLMONARE: RT-PCR UTILE RILEVAMENTO MICROMETASTASI
CA.POLMONARE: RT-PCR UTILE RILEVAMENTO MICROMETASTASI

Napoli, 22 dic. (Adnkronos Salute) - L'amplificazione con RT-PCR dell'RNA degli antigeni carcino-embrionari (CEA), indicatori della presenza di cellule tumorali micrometastatiche, sembra adatta al rilevamento delle micrometastasi circolanti nel carcinoma polmonare, secondo ricercatori italiani.

Il dottor Giuseppe Castaldo dell'Universita' di Napoli Federico II e colleghi hanno valutato l'affidabilita' di questa tecnica in 24 pazienti affetti da carcinoma polmonare, dei quali 10 presentavano metastasi a distanza, in confronto a 8 pazienti affetti da malattie respiratorie non neoplastiche e 8 persone sane.

La RT-PCR, che accomuna una tecnica di rilevamento per ibridazione con una sonda complementare di DNA amplificato, ha permesso di reperire l'RNA messaggero di CEA in campioni di RNA di carcinoma polmonare diluito fino a 1 milione di volte con RNA di cellule ematiche normali. La sequenza ha confermato che il prodotto amplificato era CEA.

L'RNA messaggero di CEA e' stato ritrovato nelle cellule circolanti di 8 dei 10 pazienti oncologici con metastasi distanti, ovvero ha presentato una sensibilita' dell'80%, e in 4 dei 14 pazienti oncologici senza metastasi. La specificita' diagnostica dell'analisi contro il carcinoma del polmone senza metastasi a distanza e' stata dell'86%. L'analisi e' risultata negativa nei 16 pazienti controlli.

(Journal of Clinical Oncology, vol. 15, n. 11, pagg. 3388-3393)

(Red/Adnkronos Salute)