ALLERGIE: ATTENZIONE AL FICUS BENJAMIN
ALLERGIE: ATTENZIONE AL FICUS BENJAMIN

Firenze, 26 mar. (Adnkronos Salute) - Sono moltissime le piante che possono causare disturbi allergici, e il ficus benjamin rappresenta, fra quelle d'appartamento, il ''pericolo numero uno'', capace di scatenare congiuntiviti, riniti e asma. A lanciare l'allarme e' il professor Giuseppe Frenguelli, del Dipartimento di Biologia vegetale dell'Universita' di Perugia, che mette in guardia contro le insidie nascoste del mondo vegetale in occasione del ''Primo Congresso nazionale di immunologia pediatrica'', in corso a Firenze.

L'allergene del ficus benjamin, spiega l'esperto, sembra essere presente nel lattice; da li' si diffonde fino alla superficie del fusto e delle foglie e si libera nell'ambiente. ''Anche le foglie - continua Frenguelli - non sono esenti da rischi: non di rado sfregarle provoca orticaria da contatto''. Oltre ai ben noti pollini infatti, sottolinea il biologo, anche altre parti delle piante possono causare disturbi allergici.

La top-ten dei ''pericoli verdi'' comprende poi, secondo l'esperto, anche lo spathiphyllum, largamente usato per abbellire case e uffici e ''possibile fonte di allergia casalinga, nei casi di disturbi perenni di tipo allergico''; il tulipano, che contiene ben 2 allergeni diffusi su tutta la pianta e capaci di provocare dermatite da contatto e disturbi respiratori. Possibili cause di dermatite sono poi tre ''insospettabili'': giacinto, narciso e primula. ''Anche le foglie di edera - conclude Frenguelli - possono causare reazioni allergiche, cosi' come i fiori di gerbere e begonie''.

(Mal/Adnkronos Salute)