SARCOMA DI EWING: EFFICACE NUOVA CHEMIOTERAPIA NELL'ADULTO
SARCOMA DI EWING: EFFICACE NUOVA CHEMIOTERAPIA NELL'ADULTO

New York, 6 apr. (Adnkronos Salute) - Nel trattamento del sarcoma di Ewing (un angiosarcoma altamente maligno) e del rabdomiosarcoma (raro tumore maligno della muscolatura striata che colpisce prevalentemente bambini e adolescenti) sarebbe efficace una chemioterapia che associa doxorubicina, dacarbazina, ifosfamide e mesna (MAID), secondo i dati di uno studio americano di fase II.

Il rabdomiosarcoma, il sarcoma di Ewing e l'osteosarcoma (forma di tumore maligno primitivo del tessuto osseo con metastasi diffuse ai polmoni e al fegato) -ricordano la dottoressa Karen Antman e colleghi della Columbia-Presbyterian Medical Center di New York- rispondono relativamente bene alla chemioterapia rispetto ad altri sarcomi, particolarmente nei bambini, anche se la malattia e' localmente avanzata o metastatizzata.

In base a precedenti studi che mostravano un miglioramento della risposta dei sarcomi dei tessuti molli dopo l'aggiunta di dacarbazina o ifosfamide alla chemioterapia a base di doxorubicina, gli autori hanno valutato l'efficacia della terapia MAID in 69 pazienti. Il tasso di risposta e' stato del 77% e del 64% nei pazienti affetti rispettivamente da sarcoma di Ewing o rabdomiosarcoma. La chemioterapia sembra meno efficace nei pazienti colpiti da osteosarcoma (26%).

La sopravvivenza media e' stata migliore nel sarcoma di Ewing (28 mesi), contro rispettivamente 215 e 10 mesi per rabdomiosarcoma o osteosarcoma. La sopravvivenza senza progressione a 5 anni e' stata del 10-20% per i pazienti colpiti da sarcoma di Ewing o rabdomiosarcoma. Gli autori suggeriscono che ''la chemioterapia standard a base di doxorubicina e cisplatino resta la terapia di scelta per l'osteosarcoma nell'adulto''.

(Cancer, vol.82, n.7, pagg.1288-1295)

(Red/Adnkronos Salute)