MDB: I 'DIBELLIANI'- ORA PRESCRIVANO I MEDICI DI FAMIGLIA
MDB: I 'DIBELLIANI'- ORA PRESCRIVANO I MEDICI DI FAMIGLIA

Roma, 7 apr. (Adnkronos Salute) - A prescrivere la terapia Di Bella saranno i medici di famiglia, dopo lo ''sciopero'' delle ricette, attuato dai medici di fiducia delle associazioni che sostengono il fisiologo modenese. ''Il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici, Aldo Pagni, ha sempre sostenuto che, prima il decreto, e ora la legge, non rappresentano per i medici alcun problema, e allora saranno loro a poter prescrivere, senza pericolo di sanzioni, la terapia'', ha affermato, al termine dell'incontro, indetto dall'Associazione Italiana Assistenza Neoplastici (Aian), il portavoce del professor Di Bella, Ivano Camponeschi.

''La decisione di continuare a non prescrivere - sottolinea Patrizia Mizzon, presidente dell'Aian - e' anche un modo per sollecitare una presa di coscienza da parte di tutti i medici italiani su questa legge che, secondo noi, limita la liberta' di cura''. Ma piu' che la paura di possibili sanzioni, ad aver spinto i medic 'Dibelliani'' ad astenersi dalle prescrizioni e' la voglia di essere solidali con il professor Di Bella. ''Contestiamo la legge e ci comportiamo come Di Bella ha deciso di fare - afferma Lucio Bano, specialista oncologo di Paola (Cs), che cura con l'Mdb centinaia di pazienti - sostituendo alle ricette dei suggerimenti terapeutici. La presa di posizione di oggi - aggiunge - riflette 'ordini di scuderia' presi in accordo con le associazioni''.

Molti dei 60 medici 'seguaci', presenti all'incontro romano, hanno anche dichiarato che il suggerimento terapeutico da loro fornito avra' costo zero e che una eventuale parcella, e il suo ammontare, sara' ''a discrezione del paziente, preventivamente informato del fatto che non gli sara' data una vera e propria ricetta''.

(Mad/Adnkronos Salute)