OSSIDO NITRICO: ANTINFIAMMATORI 'SUPER' ENTRO 5 ANNI
OSSIDO NITRICO: ANTINFIAMMATORI 'SUPER' ENTRO 5 ANNI
PER PREMIO NOBEL IGNARRO PROSSIME ALTRE APPLICAZIONI

Nizza, 16 giu. (Dall'inviato dell'Adnkronos Salute Claudia Boselli) - Dolore e infiammazione messi ko dall'ossido nitrico (altrimenti denominato monossido d'azoto), le cui ricerche sono state premiate col Nobel 1998 per la medicina assegnato ex-aequo agli americani Louis Ignarro, Robert Furchgott e Ferid Murad. Entro 5 anni, infatti, e' prevista la commercializzazione di una aspirina e di un altro FANS (Farmaco Antinfiammatorio Non Steroideo) ''arricchiti'' con l'ossido nitrico, che ne neutralizza gli effetti lesivi a livello gastrico o renale.

L'annuncio e' stato dato a margine dell'incontro ieri e oggi nel Parco Tecnologico di Sophia Antipolis, Nizza, del Consiglio scientifico di NicOx, la casa farmaceutica che sta sviluppando questi nuovi farmaci, e a cui ha partecipato Luis Ignarro, componente del consiglio scientifico.

''L'ossido nitrico -spiega Ignarro- e' una sostanza gassosa di cui sono gia' note le capacita' vasodilatatrici e solo recentemente quelle di 'lanciare' determinati segnali selettivi alle cellule, tali da proteggere mucose e tessuti-bersaglio, in particolare lo stomaco dall'attacco di agenti aggressivi, quali gli antinfiammatori. Farmaci, questi, efficaci contro il dolore e l'infiammazione, ma -prosegue lo specialista- 'penalizzati' da danni a carico del tratto gastrointestinale, conseguenti al loro stesso meccanismo d'azione, ovvero l'inibizione della sintesi delle prostaglandine''.

La nitro-aspirina (NCX-4016) ha dimostrato in modelli animali di avere un'attivita' analgesica piu' potente e un meccanismo d'azione piu' ampio rispetto alla 'sola' aspirina. E sull'uomo, in uno studio di fase I si e' rivelata essere ben tollerata. Il secondo farmaco sulla rampa di lancio e' il FANS HCT3012. In studi preclinici ha dimostrato di poter ridurre significativamente la gastrolesivita', a parita' di efficacia. Il farmaco completera' gli studi clinici di fase I entro fine 2000. Per entrambi i composti, il debutto sui mercati internazionali e' previsto entro il 2004.

Ma il ''premio Nobel'' ossido nitrico ''e' una molecola estremamente versatile -sottolinea Ignarro- e quindi puo' andare al di la' dello sconfiggere dolore e infiammazione, e trovare sinergie con altre molecole e ulteriori campi di applicazione: ad esempio, la trombosi, le malattie cardio vascolari e quelle neurologiche, l'incontinenza urinaria, asma, ma anche in futuro contro il cancro (prevenendo o rallentando la crescita delle cellule tumorali), anche se e' prematuro dire oggi qualcosa di piu' concreto. Certo e' -aggiunge il premio Nobel- che l'ossido nitrico produce piu' effetti sull'organismo di qualsiasi altra molecola, e ha possibilita' non ancora scoperte''. (segue)

(Bos/Adnkronos Salute)