CA.POLMONE A GRANDI CELLULE: EFFICACE ASSOCIAZIONE FARMACI
CA.POLMONE A GRANDI CELLULE: EFFICACE ASSOCIAZIONE FARMACI

Napoli, 22 giu. (Adnkronos Salute) - I pazienti colpiti da carcinoma del polmone a grandi cellule avanzato hanno beneficiato di una risposta estremamente positiva con il trattamento chemioterapico di associazione cisplatino, gemcitabina e vinorelbina.

E' quanto dimostrato da uno studio italiano di fase II condotto dal dottor Pasquale Comella e colleghi dell'Istituto nazionale dei tumori di Napoli che ha randomizzato pazienti colpiti da carcinoma polmonare a grandi cellule allo stadio IIIB o IV mai trattati con chemioterapia.

I soggetti, divisi in due gruppi, sono stati trattati con 50 mg/m2 di cisplatino, 1000 mg/m2 di gemcitabina e 25 mg/m2 di vinorelbina i primi 8 giorni di un ciclo ripetuto ogni 3 settimane (gruppo A) e con 80 mg/m2 di epirubicina, 80 mg/m2 di cisplatino e 3 mg/m2 di vindesina il primo giorno di un ciclo ripetuto ogni 4 settimane con l'aggiunta di 150 mg di lonidamina orale 3 volte al giorno (gruppo B).

Nel gruppo A sono state riscontrate 4 risposte complete e 46 parziali (57%) rispetto al gruppo B nel quale sono state 2 le risposte complete e 18 quelle parziali (37%). Dopo 19 mesi la sopravvivenza media senza progressione e' stata di 32 settimane nel gruppo A contro le 18 settimane del gruppo B (globalmente rispettivamente 50 settimane contro 33).

Neutropenie o trombocitopenie di III e IV grado si sono manifestate nel gruppo A per il 46% e 14%, contro il 22% e 11% dei pazienti del gruppo B. L'associazione di questi farmaci, concludono gli autori, si e' rivelata efficace e ben tollerata tanto da sperare serenamente la conferma di questi risultati negli studi di fase III.

(Journal of Clinical Oncology, Vol.17, n.5, pagg. 1526-1534)

(Red/Adnkronos Salute)