MUMMIE: SCOPERTO UN FALSO DELL'800 AL MUSEO DELLA SAPIENZA(RM)(2)
MUMMIE: SCOPERTO UN FALSO DELL'800 AL MUSEO DELLA SAPIENZA(RM)(2)

(Adnkronos Salute) - ''La cavita' cranica della mummia -spiega il paleopatologo all'Adnkronos Salute- era piena di cariossidi di riso, un elemento che non coincideva con la presunta antichita' del reperto''. Il procedimento di imbalsamazione, infatti, prevedeva l'estrazione del cervello mediante un lungo uncino inserito nella cavita' nasale; il cranio, poi, veniva riempito con sostanza balsamiche, ma mai con riso.

''Abbiamo scoperto un tentativo di estrazione incompleto -aggiunge il paleopatologo- infatti nel cranio ci sono ancora parti del cervello mescolate a unguenti e semi; e abbiamo anche rilevato un danno nella zona nasale, causato nel tentativo di raggiungere il cervello''. Gli esperti non hanno potuto stabilire la causa di morte della donna mummificata, perche' avevano a disposizione solo testa e collo; non hanno rilevato neanche i segni di qualche malattia particolare, tranne alcuni disturbi dentali. Nessun gioiello ornava la donna, giunta al museo avvolta in bende di lino molto danneggiate.

La passione per le mummie e i reperti egizi scoppiata nel secolo scorso in Europa non e' il solo episodio che ha portato ad ''interventi'' d'epoca su questi reperti. Gia' nel '700, racconta Mariani Costantini, si falsificavano mummie per ottenere ''preziosissima polvere di mummia'', impiegata a scopo medicinale. Le mummie di Napoli, pezzi originali a differenza della testa romana, portano ancora i segni della grattugia impiegata per ricavare un po' di polvere. La ''mummia del riso'', risultata tanto ''giovane'' ma pur sempre un falso d'epoca, e' ora visibile al Museo di Storia della medicina dell'ateneo romano.

(Mal/Adnkronos Salute)