INFEZIONI: NUOVI COMPOSTI CON EFFETTI ANTIBIOTICI
INFEZIONI: NUOVI COMPOSTI CON EFFETTI ANTIBIOTICI

Emeryville (California), 29 lug. (Adnkronos Salute) - Due nuovi peptidi, che contengono glicina, sembrano interessanti per le loro proprieta' antibiotiche. Infatti, ricercatori della societa' Chiron di Emeryville in California, in collaborazione con specialisti della Facolta' di Medicina di Creighton ad Omaha nel Nebraska, hanno valutato l'attivita' antibatterica in vitro e in vivo di questi nuovi composti.

Uno dei peptidi, il CHIR29498, si e' dimostrato attivo a diverse dosi (da 3 a 12 mcg/ml), contro una serie di batteri Gram+, come ceppi di Staphylococcus aureus, S. epidermidis e S. haemolyticus, Streptococcus pneumoniae, Enterococcus faecalis e E. faecium, Escherichia colli, Klebsiella pneumoniae e Pseudomonas aeruginosa.

Contro lo Staphylococcus aureus, l'attivita' antibatterica e' stata definita ''rapida, battericida e indipendente dalla sintesi proteica''. In vivo, il CHIR29498 ha protetto topi infettati dallo Staphylococcus aureus con il 100% di sopravvivenza alla dose di 10 mg/kg.

(Antimicrobial Agents and Chemotherapy, vol.43, n .6, pagg.1429-1434)

(Tra/Adnkronos Salute)