INFLUENZA: LE FOCHE RISERVA NATURALE DEL VIRUS
INFLUENZA: LE FOCHE RISERVA NATURALE DEL VIRUS

Washington, 12 mag. (Adnkronos Salute) - Le foche, o almeno le specie Phoca vitulina e Halichoerus grypus, presenti in particolare sulle coste olandesi, potrebbero costituire una riserva naturale del virus influenzale di tipo B. Gli uccelli marini potrebbero essere all'origine delle epidemie da virus influenza A, un virus isolato in numerose specie, mentre il virus influenza C e' stato identificato nel maiale. Questo il dato di uno studio pubblicato su ''Science'', condotto da ricercatori dell'Universita' Erasmo da Rotterdam che non sono riusciti ad identificare tuttavia l'origine del tipo B e la riserva naturale di quello C.

L'analisi delle sequenze virali identificate nelle foche e le analisi sierologiche hanno dimostrato una quasi-identita', rispetto ai ceppi isolati nella specie umana. Secondo gli specialisti ''i dati non evidenziano soltanto che il virus influenza B e' presente nelle foche, ma anche che questi animali possono costituire una riserva dal quale l'uomo puo' essere infettato''.

(Science, 12 mag.2000, vol.288, pagg.1051-1053)

(Tra/Adnkronos Salute)