FUMO: 24% UMBRI CON IL 'VIZIO', IN CALO VOGLIA DI SMETTERE
FUMO: 24% UMBRI CON IL 'VIZIO', IN CALO VOGLIA DI SMETTERE

Perugia, 29 mag. (Adnkronos Salute) - In aumento, in Umbria, il numero dei fumatori: il 24,1% della popolazione con piu' 14 anni d'eta', 176mila persone, alla fine del '98, lo 0,5% rispetto al '97. Solo 3mila hanno il 'debole' per sigari e pipa, tutti gli altri fumano sigarette. Questi i dati del Rapporto 2000 dell'agenzia Sedes, diffusi in occasione della Giornata mondiale senza tabacco, che si celebra mercoledi'.

Poco piu' della meta' della popolazione, soprattutto donne, non ha mai acceso una sigaretta, mentre sono 169mila i fumatori 'pentiti' che sono riusciti a smettere. Ad avere il vizio sono tre uomini su 10, al di sotto comunque della media nazionale (33%), e il 19% delle donne, due punti in piu' rispetto alla media nazionale. Un dato che colloca l'Umbria fra le regioni con il maggior numero di fumatrici, preceduta dal Lazio, dalla Lombardia e dall'Emilia Romagna e a pari merito con la Toscana. In aumento anche i giovani fumatori: il 23% dei ragazzi fra i 18 e i 19 anni d'eta' e il 29% di con quelli fra i 20 e i 24 anni. La conferma che 9 fumatori su 10 hanno 'assaggiato' la prima sigaretta prima dei 18 anni.

Fra le 14 e le 15 sigarette al giorno il consumo medio procapite, in linea con il dato nazionale. Solo l'8% dei fumatori supera le 20 sigarette al giorno. La voglia di smettere, pero', e' diminuita negli ultimi anni: dopo una lunga fase caratterizzata dal progressivo calo dei fumatori - sottolinea il rapporto - sembra che anche in Umbria la tendenza a smettere si sia arrestata o abbia subito un sostanziale rallentamento. Secondo il Sedes, dunque, l'entrata in vigore delle 'leggi antitabacco' nei luoghi pubblici non ha contribuito a far diminuire il numero dei fumatori e, anzi, l'aumento dei giovani fumatori deve essere considerato un ''segnale preoccupante'' che richiede strategie ad hoc.

(Red/Adnkronos Salute)