ARTRITE: MENO RISCHI PER LO STOMACO CON NUOVO ANTINFIAMMATORIO
ARTRITE: MENO RISCHI PER LO STOMACO CON NUOVO ANTINFIAMMATORIO
SU JAMA UNO STUDIO FINANZIATO DA PHARMACIA

Chicago, 13 set. (Adnkronos Salute) - Minori effetti collaterali a danno dello stomaco e del tratto intestinale grazie agli antinfiammatori di nuova generazione, anche se assunti in dosi elevate. Questi i risultati di uno studio americano finanziato da Pharmacia, l'azienda produttrice del capostipite delle nuove specialita', celecobix, gia' in commercio negli States e che arrivera' a breve anche nelle farmacie italiane. Lo studio e' pubblicato oggi sul Journal of American Medical Association (Jama).

Gli antinfiammatori sono i farmaci utilizzati nel trattamento dell'artrite, che affligge 43 milioni di americani. Questi medicinali, pero', non 'colpiscono' solo il dolore: secondo la ricerca, causano disturbi gastrointestinali a 3 consumatori abituali su 10. A causa degli effetti collaterali 1 persona su 10 smette di prenderli e sopporta, pazientemente, il dolore. In America oltre 100mila visite in ospedale e 15.500 decessi ogni anno vengono imputati agli effetti collaterali degli antinfiammatori tradizionali. Effetti che non dovrebbero piu' provocare i farmaci di nuova generazione, inibitori della ciclossigenasi 2 (Cox-2). Alleviano il dolore senza colpire, come i loro predecessori, la ciclossigenasi 1, enzima che aiuta a proteggere lo stomaco. (segue)

(Mad/Adnkronos Salute)