MEDICINA CINESE: E' DONNA LA PAZIENTE TIPO ITALIANA
MEDICINA CINESE: E' DONNA LA PAZIENTE TIPO ITALIANA
35 ANNI, CON PROBLEMI ARTICOLARI O ADDOMINALI

Roma, 26 set. (Adnkronos Salute) - Donna, 35 anni, molto attenta alla propria salute e afflitta da patologie addominali o artrosi. Questo l'identikit di chi, in Italia, si affida alla medicina cinese secondo il dottor Marco Visconti, responsabile del Dipartimento studi e ricerche in Medicina orientale del Fatebenefratelli di Roma. Un'esperienza condivisa da circa il 25% degli italiani che, secondo Visconti, anche in modo sporadico ricorre ad agopuntura, moxa e farmaci della tradizione orientale.

Un numero in continuo aumento. ''Anche se le donne sono la maggioranza, non mancano gli uomini - precisa il medico all'Adnkronos Salute, a margine delle Giornate sanitarie italo-cinesi in corso all'Isola Tiberina - come pure i bambini e gli anziani. Solo da noi seguiamo circa 1.500 pazienti l'anno, con ottimi risultati''. Dagli anni '80 l'ospedale romano e' gemellato con due centri a Pechino e a Shangai e forma medici in grado di curare dolori reumatici, problemi ginecologici, asma, allergie, disturbi della digestione e malattie metaboliche. ''Abbiamo istituito delle scuole di formazione di agopuntura - spiega - e gruppi di sostegno per pazienti con problemi alimentari''. Un lavoro ''che dovra' continuare - assicura fra Marco Fabello, direttore generale dell'ospedale - perche' la medicina cinese offre soluzioni terapeutiche uniche e utili. Il mondo occidentale deve aprirsi e noi speriamo di dare presto vita ad un corso accademico 'ad hoc' in collaborazione con l'Universita' di Tor Vergata''. Un'esperienza ventennale, quella del Fatebenefratelli, che presto sara' a disposizione di tutti su Internet. ''Abbiamo deciso di 'pubblicare' piu' di 2.000 cartelle cliniche - aggiunge Visconti - con il follow-up dei pazienti seguiti anche per 10 anni. I dati saranno disponibili a giorni cliccando www.visconterapia.com''. (segue)

(Mal/Adnkronos Salute)