SCLEROSI MULTIPLA: UN FARMACO BIOTECH PER LA PREVENZIONE
SCLEROSI MULTIPLA: UN FARMACO BIOTECH PER LA PREVENZIONE

Lo studio ? stato ora pubblicato sul "New England Journal of Medicine": l'interferone beta- 1a riesce a ridurre di oltre il 40 per cento l'insorgenza della sclerosi multipla.

Cambridge (Massachusetts), 26 settembre. La Biogen Inc. ha annunciato che il suo studio CHAMPS ? stato pubblicato sull'ultimo numero del prestigioso "New England Journal of Medicine". La ricerca riceve quindi l'attenzione di tutta la comunit? scientifica. Un uso preventivo dell'Avonex (Interferon beta-1a) pu? ridurre significativamente la percentuale d'insorgenza di una forma di sclerosi multipla (CDMS), nei pazienti ad alto rischio di sviluppo della malattia. La diminuzione d'incidenza della malattia ? addirittura del 44 per cento (osservata paragonandola alla somministrazione di un placebo). Il farmaco ? risultato efficace anche nel ridurre i danni cerebrali e le lesioni osservabili attraverso la risonanza magnetica. Lo studio CHAMPS, che significa Controlled High Risk Subjects Avonex Multiple Sclerosis Prevention Study, che sarebbe dovuto proseguire ancora per tre anni, ? stato analizzato lo scorso febbraio per verificare i risultati sino ad allora raggiunti e, visto l'esito positivo della sperimentazione, un comitato indipendente ha avanzato la richiesta di registrazione della ricerca. "La sperimentazione clinica che abbiamo condotto - ha detto James C. Mullen, presidente e capo dell'ufficio esecutivo della Biogen - ha dimostrato tutti i benefici dell'utilizzo dell'interferone beta-1 a nel trattamento della sclerosi multipla: non solo infatti l'Avonex riesce a rallentare la progressione dei deficit fisici e cognitivi, le ricadute e l'atrofia del cervello, ma riesce anche, se usato tempestivamente, a ridurre la percentuale dei soggetti che si ammalano di sclerosi ".

(Red/GC/Adnkronos Salute)