AIDS: ASSOCIAZIONE ACT UP ACCUSA CDC DI FALSE RACCOMANDAZIONI
AIDS: ASSOCIAZIONE ACT UP ACCUSA CDC DI FALSE RACCOMANDAZIONI

Parigi, 18 ott. (Adnkronos Salute) - L'associazione Act Up accusa i Centers for Diseases Control and Prevention (Cdc) Usa di aver modificato, in senso restrittivo, le raccomandazioni dell'Oms sulle condizioni di prescrizioni del cotrimoxazolo (Roche) nelle persone infettate dall'Hiv, fatto che avrebbe conseguenze importanti sull'impiego della terapia in Africa. Secondo le direttive Oms il prodotto, che permette di prevenire diverse malattie opportuniste dell'Aids, puo' essere somministrato se i CD4 sono meno di 500/mm3.

Secondo Act Up i Cdc, ''che erano stati incaricati dall'Oms di completare i testi delle raccomandazioni, hanno pubblicato un documento finale dove la soglia indicata era pari a 200 CD4/mm3''. L'associazione spiega che ''in Africa questo valore corrisponde a uno stadio tardivo della malattia con rischio elevato di infezione''. ''Inoltre i Cdc si sono arrogati - sottolinea Act Up - il diritto di imporre dei pre-requisiti drastici, come un sistema di sorveglianza delle resistenze, prima di consentire ai governi africani di generalizzare l'accesso al cotrimoxazolo''.

(Tra/Adnkronos Salute)