FARMACI: IN ITALIA SPESI 75 MLD PER OPPIOIDI NEL '99 (2)
FARMACI: IN ITALIA SPESI 75 MLD PER OPPIOIDI NEL '99 (2)

(Adnkronos Salute) - Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanita' in Italia meno del 30% dei pazienti oncologici viene adeguatamente trattata con terapie del dolore, mentre in Europa questo diritto viene riconosciuto ad oltre il 70% di questi malati. ''Le procedure di prescrizione rappresentano un ostacolo fondamentale all'utilizzo di farmaci adeguati -ha spiegato Dino Amadori, membro del gruppo di lavoro presso la Cuf- con la rettifica della 309, invece, si potra' agevolare operatori e pazienti semplificando il trasporto dei farmaci a domicilio, le modalita' di prescrizione, la quantita' e la durata della terapia''.

Amadori ha inoltre aggiunto che esiste una apposita sottocommissione che ha inventariato i prodotti essenziali per la terapia del dolore ed i farmaci per i quali esistono difficolta' di reperibilita' e disponibilita'. Questa operazione ha messo in luce l'esistenza di farmaci in commercio gia' registrati per il dolore e non ammessi alla rimborsabilita'. ''Riteniamo -ha detto- che tutti i prodotti di comprovata efficacia debbano esser rimborsabili, come e' stato gia' fatto per un farmaco attivo per il dolore neuropatico ed indicato solo per le forme epilettiche resistenti''.

Una simile inversione di rotta e' avvenuta anche per il cerotto transdermico: un oppioide in forma adesiva da applicare sulla pelle che rilascia le proprie sostanze nell'arco di tre giorni e che, a seconda del dosaggio, arrivava a costare anche 500 mila lire. Dal 16 ottobre e' a carico del Servizio sanitario nazionale, ma il rimborso era gia' stato deliberato dalla Cuf lo scorso marzo.

(Nsp/Adnkronos Salute)