CUORE: STUDIO ITALIANO, IPERTROFIA DIPENDE DA PROTEINA MELUSINA
CUORE: STUDIO ITALIANO, IPERTROFIA DIPENDE DA PROTEINA MELUSINA

Torino, 30 dic. (Adnkronos Salute) - Ricercatori italiani hanno scoperto, nei topi, che una proteina recentemente identificata, la 'melusina', e' necessaria perche' il cuore possa 'reggere gli sforzi', senza diventare ipertrofico. Infatti, la proteina e' indispensabile perche' il cuore possa dilatarsi piu' del normale, conservando, tuttavia, la capacita' di pompare grosse quantita' di sangue senza 'sformarsi'. Quindi, secondo i dati pubblicati sulla rivista 'Nature Medicine', la cardiomiopatia ipertrofica potrebbe essere provocata da anomalie della melusina.

Mara Brancaccio e Guido Tarone, dell'Universita' di Torino, con Giuseppe Lembo, dell'Universita' La Sapienza di Roma, hanno studiato topi modificati geneticamente perche' non producessero la melusina. Apparentemente, i roditori sembravano normali. Tuttavia, le differenze da quelli non transgenici si manifestavano all'aumentare dell'afflusso di sangue al cuore. Infatti, i topi senza melusina non reagivano correttamente: il cuore si dilatava troppo e le contrazioni diventavano fiacche. Una condizione molto simile a quella che si osserva nei pazienti affetti da cardiomiopatia ipertrofica. (segue)

(Red-Pac/Adnkronos Salute)