ANTRACE: ATTACCO A GRANDE CITTA' PROVOCHEREBBE 120MILA MORTI
ANTRACE: ATTACCO A GRANDE CITTA' PROVOCHEREBBE 120MILA MORTI

Stanford, 18 mar. (Adnkronos Salute) - Un attacco all'antrace a una citta' con 10 milioni di abitanti potrebbe ucciderne almeno 123mila, anche si riuscisse a curare ogni persona colpita. E' la previsione degli esperti della Graduate School of Business della Stanford University, in California, pubblicata sulle pagine della rivista 'Procedings of the National Academy of Sciences'.

Gli esperti americani, grazie a un modello statistico computerizzato, hanno potuto predire lo scenario che si presenterebbe dopo il lancio di una bomba o di un missile all'antrace, caricati con 1 chilo di spore, su una citta' delle dimensioni di New York. La proiezione sul numero delle possibili vittime si basa sulla convinzione che non sarebbe possibile somministrare gli antibiotici alla popolazione prima di 48 ore dalla comparsa dei primi sintomi. Secondo gli esperti, se si riuscisse ad accelerare la distribuzione dei farmaci, si ridurrebbe notevolmente il numero delle vittime. ''Le strutture di emergenza devono reagire in termini di ore, non di giorni o settimane'' raccomanda Lawrence Wein, che ha condotto la ricerca. Nel 2001, ricorda l'esperto, morirono 5 delle 11 persone colpite dall'antrace, nonostante tutti fossero stati curati con dosi massicce di antibiotici. La soluzione, secondo Wein, e' una sola: distribuire in anticipo alla popolazione i farmaci anti-antrace e aumentare il personale sanitario disponibile. In caso di attacco, conclude l'esperto, per limitare sensibilmente il numero delle vittime, dovrebbe essere disponibile un medico o un infermiere ogni 700 persone.

(Pin/Adnkronos Salute)