INSONNIA: COLPITI 12 MLN ITALIANI, DONNE SOFFRONO IL DOPPIO (2)
INSONNIA: COLPITI 12 MLN ITALIANI, DONNE SOFFRONO IL DOPPIO (2)
55% SI TRASCURA O RIFIUTA FARMACI, 7,3% ADOTTA CURE FAI-DA-TE

(Adnkronos Salute) - All'insegna del motto 'Il buonsonno si vede dal mattino', protagonisti della Terza Giornata del dormiresano sono proprio gli effetti dell'insonnia sulla qualita' di vita del giorno. ''Le sue ripercussioni sulla vigilanza diurna possono infatti creare seri problemi'', ha sottolineato Cirignotta. Basti pensare che ''chi soffre di sonnolenza si assenta dal lavoro per malattia il 50% piu' spesso di chi dorme bene''; che ''il 50% degli incidenti avviene sul lavoro'' e che ''uno studio condotto su oltre 50mila incidenti stradali avvenuti in Italia conferma che quasi il 22% e' dovuto a torpore o colpi di sonno''. Eppure l'insonnia e' ampiamente sottovalutata. ''Si tende a dare la colpa alla depressione (che invece la solo nel 6,4% dei casi), o all'ansia (24,4%) o allo stress (23,7%) - ha affermato Mario Giovanni Terzano dell'universita' di Parma, coordinatore del Progetto Morfeo-Dormiresano - quando invece 20 volte su 100 l'insonnia e' 'primaria''', senza cause nascoste.

Risultato: il 67% degli insonni intervistati in Morfeo 2 non si e' mai lamentato del disturbo col medico, il 56% non si cura (nel 40,5% dei casi perche' rifiuta le terapie specifiche) e il 7,3% ricorre al 'fai-da-te'. Magari senza conoscere il rischio delle malattie correlate all'insonnia (patologie cardiovascolari, digestive, muscoloscheletriche e connettive, ormonali e metaboliche), e pensando ''che tutti i farmaci diano dipendenza'', ha puntualizzato il segretario Aism Luigi Ferini-Strambi del San Raffaele di Milano. (segue)

(Opa/Adnkronos Salute)