CERVELLO: MENO RISCHIO TUMORI PER MANCINI E AMBIDESTRI
CERVELLO: MENO RISCHIO TUMORI PER MANCINI E AMBIDESTRI
FENOMENO OSSERVATO IN CASO DI GLIOMI

Bethesda, 21 mar. (Adnkronos Salute) - Il tumore cerebrale piu' diffuso, il glioma, e' meno frequente in chi e' mancino o ambidestro. Un fenomeno che potrebbe essere legato a fattori, attivi durante lo sviluppo fetale, che determinano la divisione dei compiti tra i due emisferi cerebrali. Lo rivela un articolo statunitense, pubblicato sulla rivista 'Cancer Epidemiology Biomarkers & Prevention'. Peter D. Inskip, del National Cancer Institute (Bethesda), in collaborazione con il Brigham and Women's Hospital (Harvard University, Boston), ha confrontato in uno studio caso-controllo, pazienti affetti da tumori cerebrali con altri che presentavano patologie non tumorali, seguiti da tre diversi ospedali tra il 1994 e il 1998.

Dei pazienti con tumore, 489 avevano un glioma (tumore delle cellule responsabili del benessere dei neuroni), 197 un meningioma (tumore delle membrane che circondano il cervello) e 96 un neurinoma acustico (tumore che interessa il nervo acustico). L'analisi ha rivelato che chi era mancino o ambidestro aveva un a probabilita' di glioma inferiore del 30% rispetto a chi, di preferenza, utilizzava la mano destra. Un fenomeno presente sia negli uomini che nelle donne, indipendentemente dal fatto che il tumore si fosse sviluppato nell'emisfero destro o nel sinistro. Gli altri due tipi di tumore non avevano alcuna relazione con la mano abitualmente utilizzata dai pazienti. I ricercatori suggeriscono che sarebbe importante identificare i fattori, ambientali o genetici, da cui dipende la specializzazione dei due emisferi, perche' potrebbero essere responsabili dello sviluppo di questo tipo di tumore.

(Red-Pac/Adnkronos Salute*)