MALATTIE RARE: ISS, CONSIGLI A MAMME CONTRO RISCHI SPINA BIFIDA
MALATTIE RARE: ISS, CONSIGLI A MAMME CONTRO RISCHI SPINA BIFIDA
SETTIMANA NAZIONALE PREVENZIONE, ACIDO FOLICO PROTEGGE BEBE'

Roma, 20 set. (Adnkronos Salute) - Una pasticca di acido folico per proteggere il bebe’ fin dal pancione contro i rischi di spina bifida. A rivolgersi alle future mamme italiane e’ l’Istituto superiore di sanita’, che tramite il Centro nazionale Malattie Rare (Cnmr) coordina il Network Italiano Promozione Acido Folico per la Prevenzione dei Difetti Congeniti. Cosi’, in occasione della Settimana nazionale di prevenzione della malattia, al via domani, l’Iss pubblica sul sito del Cnmr (www.cnmr.iss.it) una ‘raccomandazione’ per tutte le mamme su come prevenire i difetti del tubo neurale. Ecco i consigli degli esperti:

1) Le donne che hanno in programma una gravidanza dovrebbero assumere 0.4 mg al giorno di acido folico, ovvero di vitamina B9, un dosaggio che puo’ arrivare fino ad un massimo di 4 o 5 mg giornalieri per le mamme che presentano fattori di rischio riconosciuti per difetti del tubo neurale: cioe’ sono diabetiche insulino-dipendenti, epilettiche, hanno avuto precedenti gravidanze con bimbi malati o una storia familiare di malformazioni.

2) L’assunzione giornaliera di acido folico deve accompagnarsi comunque a una dieta ricca di frutta (soprattutto agrumi: arance, mandarini, limoni, succhi freschi a base di agrumi, ma anche kiwi e fragole), verdure a foglia verde (spinaci, broccoli, indivia, bieta, cavoli), legumi, cereali e fegato.

3) L’assunzione deve protrarsi per tutto il periodo peri-concezionale, ossia tra le due settimane precedenti il concepimento e i primi tre mesi della gravidanza. Prove di efficacia, ottenute in Paesi diversi dall’Italia, hanno dimostrato che la regolare aggiunta di acido folico riduce del 50-70% il rischio di Dtn (del 30-40% in Italia) e del 10-20% quello di altre malformazioni congenite.

(Red-Mal/Adnkronos Salute)