GENETICA: ITALIANI RIESCONO A MODIFICARE STAMINALI CEREBRALI
GENETICA: ITALIANI RIESCONO A MODIFICARE STAMINALI CEREBRALI

Milano, 5 ott. (Adnkronos Salute) - Ricercatori italiani sono riusciti a modificare geneticamente, in maniera stabile, delle cellule staminali cerebrali di topo. Lo rivela uno studio, coordinato da Antonella Consiglio e Angela Gritti dell’Istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS). Secondo le autrici, ‘’questo successo aumenta la comprensione del funzionamento delle staminali cerebrali e apre nuove strade alla possibilita’ di curare con la terapia genica le malattie del sistema nervoso centrale’’.

In collaborazione con il Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, in Usa, sono stati usati dei ‘lentivirus’ per trasportare dei geni nelle cellule staminali presenti nel cervello di topo adulto. Le successive osservazioni hanno indicato che il gene era stato inserito con successo nel Dna delle staminali. Infatti, tutti i neuroni derivati dalla replicazione di queste staminali contenevano i nuovi geni. Inoltre, la modificazione genetica non aveva in alcun modo alterato le capacita’ delle cellule ‘madri’, che conservavano la capacita’ di replicarsi e di trasformarsi in tutti i vari tipi di cellule, compresi i neuroni presenti nel cervello. Di conseguenza i dati mostravano che la sottopopolazione di cellule modificate veniva progressivamente ‘amplificata’ dalla continua nascita di nuove cellule contenenti i geni ‘aggiunti’

(Red-Pac/Adnkronos Salute)