BAMBINI: SEDENTARI RISCHIANO FATICA CRONICA DA ADULTI
BAMBINI: SEDENTARI RISCHIANO FATICA CRONICA DA ADULTI
STUDIO INGLESE, FARE SPORT DIMEZZA RISCHIO

Londra, 6 ott. (Adnkronos Salute) - Fare poco sport da bambini aumenta il rischio di sviluppare da adulti la sindrome della fatica cronica (Cfs), una malattia rara riconosciuta come patologia solo di recente. I sintomi sono variabili e comprendono stanchezza, malessere, febbre, mal di gola, ingrossamento di ghiandole e linfonodi, disturbi di memoria e concentrazione, aumento dell’irritabilita’, insonnia, depressione, dolori muscolari e articolari. La malattia si manifesta all’improvviso, anche in persone in perfetta salute, e le cause scatenanti restano misteriose. Ma uno studio inglese pubblicato sul ‘British Medical Journal’ smentisce l’ipotesi che la sindrome possa essere la conseguenza di un eccesso di attivita’ fisica. I dati raccolti su oltre 11 mila bambini, nati nel 1970 e seguiti per 30 anni, rivelano infatti che un’infanzia ‘sportiva’ dimezza il rischio di Cfs.

La ricerca, coordinato da Russell Viner della Royal Free and University College Medical School di Londra, ‘sfata’ anche altri luoghi comuni sulla Cfs. L’analisi delle caratteristiche dei 93 partecipanti che avevano sviluppato la malattia (in forma cronica nel 52% dei casi) ha rivelato infatti che, contrariamente a quanto si credeva, obesita’, allergie, peso alla nascita, andamento scolastico, problemi psicologici durante l’infanzia e depressione materna non aumentano il rischio di Cfs. Invece, i dati confermano tre fattori di rischio che gia’ in precedenza erano stati associati alla sindrome perche’ indicano che nelle donne, in chi e’ stato a lungo malato da bambino e nelle classi sociali piu’ abbienti la malattia e’ due volte piu’ frequente.

(Red-Pac/Adnkronos Salute)