OSTEOPOROSI: FARMACO P&G 'PROMOSSO' DA STUDIO COMPARATIVO
OSTEOPOROSI: FARMACO P&G 'PROMOSSO' DA STUDIO COMPARATIVO

Napoli, 26 ott. (Adnkronos Salute) - Lo studio Protect ‘promuove’ il farmaco anti-osteoporosi targato Procter & Gamble, a base di risendronato. Secondo il trial che ha messo a confronto tre medicinali utilizzati contro il rischio di fratture (risedronato, alendronato, calcitonina), il risedronato si e’ dimostrato piu’ efficace nella riduzione delle fratture non vertebrali, gia’ dopo sei mesi rispetto all’alendronato.

Risultati significativi sono stati ottenuti dopo un anno di assunzione, con un 0,9% di fratture per le pazienti trattate con risedronato contro un 2,4% dell’altro farmaco. I dati dello studio Protect, che ha coinvolto oltre 7.000 pazienti selezionati dagli archivi di alcune societa’ assicurative americane che ‘coprono’ oltre 3 milioni di persone, sono stati illustrati a Napoli in un simposio dedicato all’osteoporosi durante il congresso della Societa’ italiana di ortopedia e traumatologia.

L’osteoporosi colpisce oltre 200 milioni di donne in tutto il mondo, di cui 5 milioni in Italia. Il nostro Paese, in particolare, e’ uno dei piu’ anziani al mondo, con oltre il 18% di ultrasessantacinquenni e il 4% di ‘over 85’, i piu’ a rischio fratture. ‘’Lo Studio Protect per la prima volta ha messo a confronto - spiega Giovanni Iolascon, del Dipartimento di chirurgia ortopedica, traumatologia e riabilitazione della II Universita’ di Napoli - farmaci per l’osteoporosi sulla base della loro efficacia nella riduzione delle fratture, cioe’ l’elemento fondamentale nella scelta di una terapia farmacologia. Un’efficacia valutata nella pratica clinica reale’’.

(Com-Mad/Adnkronos Salute)