SALUTE: CALCOLI AL FEGATO PER 15% ITALIANI, PANCREAS A RISCHIO
SALUTE: CALCOLI AL FEGATO PER 15% ITALIANI, PANCREAS A RISCHIO
STUDIO ITALIANO, PERICOLO DOPPIO PER LE DONNE

Milano, 26 ott. (Adnkronos Salute) - I calcoli al fegato - tecnicamente i calcoli biliari alla colecisti - colpiscono il 10-15% degli italiani adulti. In particolare, i ‘sassolini’ alla cistifellea interessano il 10% degli uomini e il 20% delle donne, che convivono con il problema o si sono gia’ operati per risolverlo. Per questi pazienti, e nelle donne il doppio che negli uomini, il rischio e’ di ammalarsi di pancreatite cronica: una grave infiammazione che nel nostro Paese affligge circa 200 mila persone con 15 mila nuovi casi l’anno, causando danni irreversibili e una progressiva incapacita’ di produrre alcuni degli enzimi chiave della digestione.

I dati arrivano da una ricerca, battezzata ‘Pancroinf’, patrocinata dall’Associazione italiana per lo studio del pancreas (Aisp) e sostenuta da Solvay Pharma, condotta su 727 pazienti assistiti in 22 ospedali e presentata oggi a Milano. I risultati dimostrano che il 50% circa di chi soffre di pancreatite cronica ha anche i calcoli biliari o li ha avuti in passato. La calcolosi biliare si aggiunge quindi ai fattori di rischio pancreatite, accanto ad abuso di alcol e fumo di sigaretta. ‘Pancroinf’, avviato nel 2000 e coordinato dal professor Giorgio Cavallini, direttore della cattedra di Gastroenterologia dell’universita’ di Verona, e’ il primo studio epidemiologico sulla pancreatite cronica realizzato in Europa. L’obiettivo era di studiare cause, fattori di rischio, diagnosi e terapia di una malattia ‘’caratterizzata da un’eterogenita’ di fattori’’, ha spiegato Cavallini. (segue)

(Red-Opa/Adnkronos Salute)