GRAVIDANZA: ANCHE PRESSIONE BASSA PERICOLOSA PER IL FETO
GRAVIDANZA: ANCHE PRESSIONE BASSA PERICOLOSA PER IL FETO

Londra, 3 dic. (Adnkronos Salute) - Anche la pressione troppo bassa e’ pericolosa per il feto. Uno studio inglese, pubblicato sul British Medical Journal (Bmj) rivela che se la pressione sanguigna materna e’ troppo bassa o troppo alta, aumentano i rischi che il piccolo nasca sottopeso o che muoia nei primi giorni di vita. ‘’Perche’ il bambino nasca in buone condizioni di salute - conclude l’autore Philip J. Steer, dell’Imperial College London - la pressione diastolica materna deve essere compresa tra i 70 e i 90 mm Hg’’.

La ricerca e’ stata condotta su quasi 11mila donne alla prima gravidanza che facevano riferimento a 15 diverse cliniche di Londra. Le gravidanze sono durate 24-43 settimane e nessuna delle partecipanti aveva sviluppato ipertensione prima della 20ma settimana di gravidanza. Le osservazioni hanno indicato che, tra i bimbi nati dopo 34 settimane di gravidanza, il rischio di morte perinatale era significativamente piu’ alto quando la pressione era piu’ bassa o piu’ alta della media. Inoltre, i feti risultavano maggiormente danneggiati dall’ipotensione che dall’ipertensione, in quanto l’86,1% delle morti neonatali era associata ad una bassa pressione materna. Ulteriori calcoli hanno permesso di determinare che l’11,4% dei decessi perinatali erano attribuibili ad una pressione anomala e che la pressione sanguigna ‘ideale’ per favorire lo sviluppo fetale e’ di 82,7 mm Hg.

(Red-Pac/Adnkronos Salute)