MALATTIE RARE: 4 MILA ITALIANI CON SENSIBILITA' CHIMICA MULTIPLA
MALATTIE RARE: 4 MILA ITALIANI CON SENSIBILITA' CHIMICA MULTIPLA
EMENDAMENTO A PDL PER INSERIRLA TRA PATOLOGIE RICONOSCIUTE PER LEGGE

Roma, 3 dic. (Adnkronos Salute) - Sono circa quattromila gli italiani che soffrono di sensibilita’ chimica multipla, una sorta di ‘’allergia a tutto’’. Si tratta di una malattia rara, che colpisce soprattutto nel Nord-Italia, e che si manifesta con reazioni gravi al contatto con moltissime sostanza, in buona parte di uso comune come plastica, carta, inchiostro, detersivi o vernici. Molti i sintomi e poche le diagnosi. Tanto che si pensa che le stime sul numero dei malati siano ‘al ribasso’. Le conseguenze sono estremamente gravi per i pazienti: si tratta di un processo irreversibile e per il quale, al momento, non esiste altra terapia se non quella che impone di evitare il contatto con le sostanze cui si e’ sensibili.

Per questo oggi l’Associazione Dossetti ha organizzato a Roma una giornata di incontri e studi in cui si chiede l’inserimento di un emendamento alla proposta di legge ‘Rutelli-Bindi’ sulle malattie rare, per non dimenticare la sindrome da sensibilita’ chimica multipla, in continuo aumento in Italia. L’Organizzazione mondiale della sanita’ ha ‘censito’ finora circa 6mila malattie rare, di cui solo 498 sono state riconosciute per legge in Italia. ‘’La sensibilita’ chimica multipla richiede maggiori attenzioni per il grave impatto sulla vita dei malati’’, rivelano i partecipanti all’incontro. Per ora la legge ‘’stenta a trovare accoglienza in Parlamento’’, commenta il presidente dell’associazione Dossetti, Ombretta Fumagalli Carulli che aggiunge, ‘’speriamo di richiamare l’attenzione sul problema tanto da consentire un’accelerazione della sua approvazione’’. (segue)

(Sch/Adnkronos Salute)