OBESITA': PEDIATRI, 81,6% TEENAGERS ITALIANI TENTATI DA SPOT TV SU CIBO (2)
OBESITA': PEDIATRI, 81,6% TEENAGERS ITALIANI TENTATI DA SPOT TV SU CIBO (2)
E GLI SPOT SUL CIBO SEDUCONO PIU' DI QUELLI SU GIOCATTOLI E VIDEOGAMES

(Adnkronos Salute) - Secondo i dati del 2004, solo il 4,8% dei ragazzi ‘resiste’ agli spot e afferma di non desiderare mai cio’ che vede in tv. In netta crescita, invece, i teenagers che cedono alle tentazioni del piccolo schermo: nel 2003 ‘solo’ il 71,6% aveva infatti dichiarato di lasciarsi influenzare dal fascino degli spot.

E per circa il 10% degli intervistati sono proprio i prodotti alimentari a suscitare maggiori desideri, anche piu’ di giocattoli, abbigliamento, dischi e videogiochi. Non a caso, il 55% dei ragazzi intervistati dichiara di spendere una parte piu’ o meno considerevole della paghetta ricevuta dai genitori ‘’in merendine”.

‘’Continueremo a ribadire con forza in tutte le circostanze – afferma Giuseppe Saggese, presidente della Sip – quanto sia negativo, per bambini e adolescenti, l’eccesso di pubblicita’ televisiva alla quale sono sottoposti, e in particolare della pubblicita’ di alimenti. Sovrappeso e obesita’ – aggiunge - non sono problemi estetici, ma oggi in Italia dobbiamo considerarle vere e proprie patologie che stanno assumendo nelle fasce giovanili una diffusione confrontabile a quella delle malattie infettive. Due tra le principali cause che stanno determinando questa nuova emergenza salute - ricorda Saggese - sono la sovralimentazione e la sedentarieta’. Di conseguenza - conclude il presidente della Sip - risulta estremamente dannoso sollecitare bambini e adolescenti, attraverso la pubblicita’ televisiva, a un ulteriore consumo di alimenti’’.

(Ile/Adnkronos Salute)