SANITA' LAZIO: 'TAGLI' A TEMPI INTERVENTO E CURE MIGLIORI ICTUS, AL VIA STUDIO
SANITA' LAZIO: 'TAGLI' A TEMPI INTERVENTO E CURE MIGLIORI ICTUS, AL VIA STUDIO

Roma, 10 feb. (Adnkronos Salute) - Assistenza in tempi rapidi e terapie adeguate per i pazienti colpiti da ictus. Con questo obiettivo prende il via, nel Lazio, il Progetto ‘Implica’, presentato oggi al ‘Sanit’, la mostra-convegni sui servizi sanitari promossa dalla Regione Lazio e in corso alla Fiera di Roma.

La ricerca, della durata iniziale di sei mesi, si propone di migliorare le strategie attuali d’intervento in caso di ictus, ‘tagliando’ i tempi e garantendo la migliore assistenza. ‘’Il paziente - spiega Assunta De Luca, responsabile dell’Unita’ operativa di emergenza dell’Agenzia di sanita’ pubblica del Lazio - non sara’ piu’ portato nell’ospedale piu’ vicino, ma in quello piu’ attrezzato. La formula chiave e’ ricorrere alla struttura giusta nei tempi giusti’’’.Il protocollo punta a coinvolgere circa 2.000 pazienti: a giugno saranno tirate le somme e analizzati i risultati. Le aree in cui si svolgera’ la sperimentazione, cioe’ Viterbo, Frosinone e le Asl Roma A e Roma G, sono state scelte in base alla presenza di ospedali di riferimento con Unita’ di trattamento neurovascolare: il S. Camillo e il Policlinico Umberto I di Roma. Si comincia il 28 febbraio con il primo corso di formazione per gli operatori del 118 e dei Pronto soccorso.

(Mad/Adnkronos Salute)