FARMACI: FARMINDUSTRIA, MENO RISCHI CONTRAFFAZIONE CON TRACCIABILITA'
FARMACI: FARMINDUSTRIA, MENO RISCHI CONTRAFFAZIONE CON TRACCIABILITA'

Roma, 11 feb. (Adnkronos Salute) - Si’ al sistema di tracciabilita’ dei farmaci, ‘’che dara’ maggiori garanzie su prodotti cosi’ delicati. Nessun allarmismo, pero’, sulla contraffazione di medicinali nel nostro Paese’’. Lo ha affermato, oggi a Roma, Gianni Marini, vicepresidente di Farmindustria, intervenendo al convegno sul nuovo sistema di tracciabilita’ dei medicinali, promosso da Business International.

‘’C’e’ un allarme crescente sulla contraffazione di farmaci - prosegue - ma le garanzie introdotte dal sistema della distribuzione e dagli interventi legislativi tengono l’Italia al riparo da questo fenomeno’’. Di piu’ si potra’ fare con la possibilita’ di seguire e rintracciare ogni confezione nel suo percorso dalla produzione alla farmacia. Farmindustria chiede, pero’, che i ‘’costi del nuovo sistema siano sostenibili. Le aziende hanno gia’ speso 25 milioni di euro per dotare le confezioni del ‘bollino’ di riconoscimento. Purche’ poi non si consentano barattoli di farmaci sul bancone, da cui il farmacista attinge per confezionare sacchettini con pillole sfuse‘’.

Il problema dei costi e’ stato sollevato anche dai distributori, ‘’che assicurano piena collaborazione per contrastare contraffazione di medicinali e frodi. Il nuovo sistema di tracciabilita’ - spiega Ornella Barra, presidente dell’Associazione distributori farmaceutici - prevede costi fissi difficilmente sostenibili dalla categoria. Servirebbe un contributo finanziario dal governo o la defiscalizzazione delle spese’’.

(Mad/Adnkronos Salute)