PAPA: L'EX MEDICO, INTERVENTO SEMPLICE MA PREOCCUPANO CONDIZIONI GENERALI
PAPA: L'EX MEDICO, INTERVENTO SEMPLICE MA PREOCCUPANO CONDIZIONI GENERALI

Roma, 24 feb. (Adnkronos Salute) - Un intervento semplice sia dal punto chirurgico sia anestesiologico. Ma preoccupano le condizioni generali del Pontefice, debilitato dal Parkinson e avanti con gli anni. A parlare dell’operazione chirurgica a cui e’ stato sottoposto il Papa e’ Corrado Manni, l’anestesista che e’ stato accanto al Santo Padre dal 1981 al ‘96, in sei diversi interventi, a partire da quello dovuto all’attentato fino a un’appendicectomia.

‘’L’intervento - spiega Manni - e’ chirurgicamente ‘modesto’ e l’anestesia non desta preoccupazioni perche’ puo’ essere anche loco-regionale. Ma anche operazioni semplici possono assumere una fisionomia diversa a seconda della condizioni del paziente’’. E la salute e l’organismo del Papa sono sicuramente ‘’complesse in questo momento. Prima di tutto - continua - per un certificato anagrafico ‘datato’ e poi per il Parkinson, subentrato nel 1992, che aggrava le condizioni generali soprattutto in un paziente con una storia medica travagliata come quella di Giovanni Paolo II’’.

(Ram/Adnkronos Salute)