MEDICINA: CALCIATORI 5 VOLTE PIU' A RICHIO DI MORBO LOU GEHRIG
MEDICINA: CALCIATORI 5 VOLTE PIU' A RICHIO DI MORBO LOU GEHRIG
STUDIO ITALIANO CONDOTTO SU 7.000 GIOCATORI DI SERIE A E B

Roma, 24 feb. (Adnkronos Salute) - Allarme per i calciatori: chi gioca a livello professionale ha un rischio cinque volte superiore alla media di ammalarsi di sclerosi laterale amiotrofica (Sla), conosciuta anche come morbo di Lou Gehrig. A rivelarlo uno studio italiano condotto su 7 mila calciatori del Belpaese.

La malattia nervosa progressiva e fatale e’ stata piu’ volte, nel corso degli ultimi anni, collegata ai campi di calcio. Piu’ di un caso ha occupato le cronache, tra cui la vicenda di Gianluca Signorini del Genoa. La ricerca, pubblicata su Brain e New Scientist, e’ stata condotta da Adriano Chio’ dell’universita’ di Torino, che ha esaminato i dati medici dei calciatori di serie A e B tra il 1970 e il 2001. La malattia nervosa e’ causata dalla morte di alcune cellule chiamate motoneuroni, che controllano i movimenti e si trovano nel cervello e nel midollo spinale. Secondo quanto scoperto dai ricercatori italiani, ‘’non solo i calciatori fanno registrare un’incidenza cinque volte superiore al normale della malattia, ma si ammalano anche prima. In eta’ giovane: circa a 40 anni anziche’ a 60’’. (segue)

(Sch/Adnkronos Salute)