SANITA' LAZIO: FIMMG, REGIONE DOVRA' ASSUMERE ALTRI 600 MEDICI ENTRO L'ANNO
SANITA' LAZIO: FIMMG, REGIONE DOVRA' ASSUMERE ALTRI 600 MEDICI ENTRO L'ANNO

Roma, 24 feb. (Adnkronos Salute) - Seicento medici in piu’ entro la fine dell'anno per rafforzare il servizio della Guardia medica. Tanti, secondo la Federazione dei medici di famiglia (Fimmg) del Lazio, ne dovra’ assumere la Regione per rispettare quanto previsto dalla nuova Convenzione della medicina generale che stabilisce, come parametro ottimale, un camice bianco ogni 5 mila abitanti.

La Fimmg prevede per il Lazio ‘’una sorta di rivoluzione, vista l’attuale carenza di organico. I dati parlano chiaro: per una popolazione di circa 5 milioni di abitanti sono in servizio solo 600 medici. A questo drappello di ‘abbandonati’ e’ demandato il compito di assicurare l'assistenza notturna e nei giorni festivi per tutte le patologie: dall'influenza alle emergenze psichiatriche, pediatriche e per crisi da tossicodipendenze. Un po’ troppo - sottolinea il sindacato - per cosi’ pochi medici, per lo piu’ giovani alle prime esperienze, e comunque costretti ad essere ‘tuttologi’’’.

Secondo la Fimmg, e’ proprio a Roma e provincia che l’abbandono e’ piu’ grave e le insufficienze piu’ marcate: i medici di continuita’ assistenziale sono solo 300 e la centrale d'ascolto dell’ospedale S.Camillo e’ ‘coperta’ solo da cinque camici bianchi. La stima di quanti medici in piu’ serviranno nel Lazio, per dare piena attuazione alla Convenzione, arriva dal Settore guardia medica della Fimmg Lazio, in vista del congresso regionale della Scuola di formazione in medicina generale in programma a Roma da domani al 27 febbraio. ‘’Si deve cambiare rotta - afferma Michele Fiore, della Fimmg Guardia medica del Lazio - Chiunque dirigera’ la Regione nei prossimi cinque anni, dovra’ subito affrontare questa situazione di criticita’ e provvedere non solo ad assumere, ma anche a organizzare un servizio efficiente’’.

(Com-Mad/Adnkronos Salute)