CUORE: STUDIO, CURA EFFICACE CON ATORVASTATINA RIDUCE INFARTI E ICTUS
CUORE: STUDIO, CURA EFFICACE CON ATORVASTATINA RIDUCE INFARTI E ICTUS

Orlando (Usa), 9 mar. (Adnkronos Salute) – Una drastica riduzione dei livelli di colesterolo ‘cattivo’ con un trattamento a base di atorvastatina si e’ rivelato efficace nella prevenzione di infarto e ictus. Secondo i risultati di uno studio presentato oggi al Meeting annuale dell’American College of Cardiology, in corso a Orlando in Florida, i pazienti coronaropatici trattati con il farmaco Pfizer a base di atorvastatina per ottenere valori piu’ bassi di quelli raccomandati dalle attuali linee guida, sono esposti a un rischio cardiovascolare significativamente inferiore rispetto ai pazienti che si limitano a portare i valori di colesterolo fino ai valori indicati.

Lo studio Treating to New Targets (Tnt) durato cinque anni e ha arruolato circa 10 mila pazienti con coronaropatia stabile e alti valori di colesterolo ‘cattivo’ (Ldl). L’indagine si proponeva di comparare gli effetti di un trattamento con alte dosi di atorvastatina (80 mg) per una riduzione della colesterolemia al di sotto degli standard, con un trattamento moderato (atorvastatina 10 mg) che portasse semplicemente al raggiungimento dei valori consigliati. Si e’ osservato cosi’ che l’uso di alte dosi del farmaco ha portato a un’incidenza di gravi eventi cardiovascolari inferiore del 22% rispetto a quella registrata nel gruppo di pazienti trattati con dosi piu’ basse. In particolare, nel gruppo trattato con atorvastatina 80 mg l’incidenza di ictus fatale o non fatale risultata inferiore del 25% rispetto al gruppo atorvastatina 10 mg.

‘’Gli studi clinici precedenti, come l’Ascot e il Cards, hanno dimostrato che atorvastatina 10 mg - ha dichiarato Joseph Feczko, responsabile mondiale della ricerca Pfizer - capace di ridurre il rischio cardiovascolare nei pazienti trattati attraverso un abbassamento dei valori di colesterolo fino ai livelli raccomandati dalle linee guida, e con un eccellente profilo di sicurezza. Ora lo studioTnt dimostra, per la prima volta, che ridurre ancora di pi i valori di colesterolo significa incrementare i benefici cardiovascolari. I pazienti hanno tra l’altro ottenuto questo risultato in totale sicurezza e atorvastatina 80 mg stata ben tollerata. Lo studio e’ stato pubblicato oggi sulla edizione on line del New England Journal of Medicine.

(Com-Ram/Adnkronos Salute)