SANITA' TOSCANA: ASSESSORATO, NON C'E' ALLARME PER LISTE DI ATTESA (2)
SANITA' TOSCANA: ASSESSORATO, NON C'E' ALLARME PER LISTE DI ATTESA (2)

(Adnkronos Salute) - L’attuale monitoraggio - viene spiegato - non tiene conto della possibile distinzione tra prima visita ed esami e successive visite e rilievi diagnostici di controllo (ovviamente dilazionabili), n della libera scelta dei pazienti, che per varie ragioni (orario, localizzazione della struttura disponibile, scelta dell’operatore sanitario) non sempre aderiscono, al momento della prenotazione, alla prima scelta proposta dal Cup.

Conferma diretta di una situazione sotto controllo, secondo l’assessorato regionale per il diritto alla salute, viene anche dal fatto che la Toscana sta rispettando gli obiettivi posti al sistema dall’accordo Stato-Regioni del luglio del 2002, relativamente all’obiettivo di erogare almeno l’80% di alcune prestazioni entro 60 giorni. Non mancano in ogni caso margini di miglioramento a cui l’assessore per il diritto alla salute, Enrico Rossi, ha fatto di recente riferimento, puntualizzando gli impegni per il prossimo futuro: la separazione della prenotazione pubblica da quella libero-professionale a pagamento, il potenziamento dei servizi di risonanza magnetica, l’ortopedia, anche per la crescita numerica della popolazione anziana.

(Adnk/Adnkronos Salute)