SANITA'VENETO: AL VIA NUOVA FASE PROGETTO SCREENING CARCINOMA COLON RETTO
SANITA'VENETO: AL VIA NUOVA FASE PROGETTO SCREENING CARCINOMA COLON RETTO
TOSI, VENETO REGIONE GUIDA IN PREVENZIONE

Venezia, 10 ago. (Adnkronos Salute) - Al via, nella Regione Veneto, una nuova fase progetto di screening del carcinoma del colon retto. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla sanit Flavio Tosi, ha approvato l’iniziativa, cofinanziata dalla Fondazione CariVerona, che sara’ attivata nelle aziende Ulss delle Province di Belluno, Vicenza e Verona

“Il carcinoma del colon retto - ricorda l’assessore Tosi - al secondo posto tra le neoplasie per incidenza e mortalit e rappresenta un importante problema di salute pubblica. In Italia l’incidenza di questa neoplasia e’ aumento mentre la mortalit in lieve diminuzione, con 29.000 nuovi casi diagnosticati ogni anno e con circa 17.500 decessi. Il 90% dei casi diagnosticati su base clinica riguarda gli over 55. E anche in Veneto l’incidenza del cancro al colon retto in aumento”.

“Il rischio - aggiunge Tosi - aumenta con l’et. Le raccomandazioni in favore della diagnosi precoce sono legate alla limitata efficacia delle misure di prevenzione primaria, che consistono prevalentemente in indicazioni di tipo alimentare. Per questo motivo, fin dal 2002, il Veneto ha attivato un programma di screening (gi attivo in 10 aziende sanitarie) che lo pone tra le Regioni guida nello sviluppo delle politiche sanitarie di prevenzione per questa patologia”. A fine 2004, a livello regionale, erano state invitate ai controlli complessivamente quasi 110.000 persone con oltre il 66% di adesioni. Sono state riscontrate 273 neoplasie e ben 1.240 persone sono state trattate per adenomi ad alto rischio di tumorale.

(Com-Ram/Adnkronos Salute)