SCLEROSI MULTIPLA: SIF, DA PRINCIPIO ATTIVO CANNABIS AIUTO A MALATI
SCLEROSI MULTIPLA: SIF, DA PRINCIPIO ATTIVO CANNABIS AIUTO A MALATI

Roma, 18 ott. (Adnkronos Salute) - Cannabis ‘in aiuto’ dei malati di sclerosi multipla. Il suo principio attivo, infatti, ha propriet analgesiche “da tempo note per migliorare il dolore neuropatico” in chi soffre di questa patologia. Ne convinto Walter Fratta, direttore del dipartimento di neuroscienze dell’universit di Cagliari che, a nome della Societ italiana di farmacologia, ricorda come il principio attivo della Cannabis venga “ufficialmente impiegato, in Canada, come antidolorifico, in vendita nelle farmacie col nome di Sativex*”.

“Studi clinici, in particolare, hanno dimostrato che il prodotto - prosegue Fratta - unisce in s due principi attivi, il delta 9 - tetraidrocannabinolo e il cannabidiolo, agendo positivamente sulla spasticit, riducendo i disturbi del sonno e quelli urinari, rallentando, in taluni casi, anche l’andamento progressivo della malattia”. Fratta ricorda, inoltre, che “in Gran Bretagna, la Camera dei Lords ha tolto il veto al suo impiego, lasciando ai medici le istituzionali responsabilit di prescrizione. Ricerche cliniche in corso tendono a dimostrare, al contempo, l’efficacia nella cura dell’ictus, del morbo di Parkinson, nella Corea di Huntington e nella malattia di Alzheimer”. Non solo. “Altre indagini - conclude l’esperto - lo accoppiano alla morfina nei dolori cronici viscerali tumorali, consentendo di ridurre le dosi degli oppiacei, diminuendo cos il rischio dei loro effetti collaterali. Non rappresenta una panacea, ma infuturo,per certi casi, avr un ruolo pi concreto”.

(Ile/Adnkronos Salute)