DISABILI: PALERMO, UNIONE ITALIANA CIECHI APPROVA PROGRAMMA 2006 (2)
DISABILI: PALERMO, UNIONE ITALIANA CIECHI APPROVA PROGRAMMA 2006 (2)

(Adnkronos Salute) - “Il nostro auspicio – ha dichiarato il presidente della sezione palermitana dell’Unione Italiana Ciechi Giuseppe Scaccia – quello di concretizzare almeno il 90% di questo programma. Ci sar possibile soltanto se le istituzioni locali continueranno a sostenerci nelle nostre battaglie quotidiane sia economicamente che moralmente”. Un invito, quello del presidente Scaccia, prontamente girato alle numerose autorit istituzionali intervenute all’assemblea.“Sono qui oggi – ha dichiarato l’assessore comunale alle Attivit Sociali Cettina Bonomolo – per confermare la disponibilit e il sostegno del Comune verso le problematiche di tutti i non vedenti residenti nella provincia di Palermo ai quali rinnovo il mio affetto e la mia stima personali”.

“Amministrare una citt – ha aggiunto Pippo Enea, assessore comunale al Patrimonio – vuol dire occuparsi a 360 gradi di tutte le problematiche che toccano la comunit, da quelle burocratiche a quelle sociali”.“La mia presenza qui oggi – ha dichiarato Giovanni Mammana, assessore provinciale alla Pubblica Istruzione – finalizzata a trovare i percorsi pi ottimali per migliorare la qualit di vita dei non vedenti residenti nella provincia di Palermo. Mi impegner personalmente affinch siano potenziati i servizi di assistenza generale della persona previsti dalla legge 328/2000, consapevole che i bisogni degli svantaggiati, in rapido aumento, vengono spesso trascurati”.

“Continueremo a batterci – ha concluso l’onorevole Nicol Nicolosi, parlamentare nazionale della Casa della Libert – affinch l’Unione Italiana Ciechi abbia dei suoi rappresentanti all’interno delle istituzioni locali in modo che possano sempre seguire da vicino le problematiche che li riguardano. Allo stesso tempo garantiamo il nostro sostegno incondizionato alle loro cause. Ricordo che a Roma abbiamo combattuto battaglie importanti conseguendo risultati soddisfacenti. L’ultimo, in ordine di tempo, l’impegno del Governo per l’inserimento professionale di 32 centralinisti non vedenti all’Universit di Palermo, un diritto loro negato seppur riconosciuto dalla legge”.

(Adnk/Adnkronos Salute)