FUMO: STUDIO USA, PER 40% TEENAGER PRIMA SIGARETTA COLPA DI FILM
FUMO: STUDIO USA, PER 40% TEENAGER PRIMA SIGARETTA COLPA DI FILM

Roma, 7 nov. (Adnkronos Salute) - Film cattivi maestri, almeno per quanto riguarda il fumo. Uno studio condotto negli Usa, infatti, rivela che il 40% dei teenager tabagisti stato attratto dalla prima sigaretta per colpa di un film. A spingere alla prima ‘boccata’ gli adolescenti statunitensi, quindi, sarebbero i Richard Gere, Tom Cruise e Julia Roberts di turno. Esempi da imitare per i giovanissimi, a maggior ragione se con una ‘bionda’ tra le dita. Per questo, lo studio statunitense suggerisce a Hollywood di ‘dare un taglio’ alle sigarette e a scene dove fanno la loro comparsa ‘brand’ dell’industria del tabacco anche nelle vecchie pellicole.

Per valutare il fascino delle pellicole sugli adolescenti, i ricercatori della Dartmouth Medical School di Hanover, in Virginia, hanno chiesto a 6.522 ragazzini tra i 10 e i 14 anni di indicare le pellicole che avevano visto in un lista di 50 titoli realizzati negli Stati Uniti tra il ‘98 e il 2000. Cos hanno potuto osservare che i teenager pi esposti a film dove le ‘bionde’ non mancavano, avevano 2,6 volte pi inclini degli altri a concedersi la prima sigaretta. Non solo. Su 100 adolescenti che non avevano resistito al fascino della prima boccata - scrivono i ricercatori su ‘Pediatrics’, la rivista dell’American Academy of Pediatrics - 38 ammettevano di aver provato ‘ammaliati’ dal potere di una pellicola. “Del resto - spiega James Sargent, studioso a capo dell’indagine - i film risultano essere cos persuasivi proprio perch quella che abbiamo monitorato una fase della vita, ovvero quella adolescenziale, in cui si pi influenzabili. E si tratta di un’influenza che i teenager subiscono ancor di pi - conclude il ricercatore - se, accanto a pellicole e a tv cattive maestre, a dare un esempio negativo sono anche i genitori con il vizio del fumo”.

(Ile/Adnkronos Salute)