TUMORI: PRIMA BIBLIOTECA VIRTUALE 'AD HOC' IN MOSTRA A CERNOBBIO
TUMORI: PRIMA BIBLIOTECA VIRTUALE 'AD HOC' IN MOSTRA A CERNOBBIO
19 MILA UTENTI AL MESE IN CERCA DI INFORMAZIONI CORRETTE SU 'AZALEA'

Cernobbio, 7 nov.(Adnkronos Salute) - Ben 19 mila visitatori al mese, 3.500 documenti, schede di associazioni,opuscoli, siti web, protocolli scientifici. E' Azalea, la prima biblioteca italiana, online, tutta dedicata all'oncologia. Creata all'interno del progetto 'Alleanza contro il cancro',per dare ai cittadini informazioni chiare e corrette, Azalea si mette in mostra in uno degli standal V Forum Sanita' futura, in corso a Cernobbio.

''Consultando questa innovativa banca dati, www.azaleaweb.it /www.azaleaweb.it - spiega Francesco Cognetti, direttore scientifico dell'Istituto Regina Elena di Roma e segretario di Alleanza contro il cancro - si possono ottenere informazioni sulla propria patologia o sui servizi di assistenza offerti dalle associazioni piu' vicine a casa del paziente. Non si corre il rischio di incappare in notiziescorrette e si aggira l'ostacolo rappresentato dalla lingua straniera di molti siti web scientificamente validi''. Per finire tra gli scaffali virtuali di Azalea, documenti, opuscoli e informazioni devono ottenere ''il bollino di qualita' - sottolinea l'oncologo - rispondendo ai requisiti di Honcode, un codice di condotta per siti internet riconosciuto a livello internazionale. E' poi necessario l'ok di un comitato di psicologi e di uno scientifico''. ''Comunicare in modo efficace - afferma Enrico Garaci, presidente di Alleanza contro il cancro e dell'Istituto superiore di sanita' - e' fondamentale per una solida relazione tra medico e paziente. E' inutile promuovere la ricerca e l'innovazione terapeutica se poi il malato, assalito dai dubbi o poco fiducioso nella terapia e nel medico, segue poco o per niente i trattamenti''.

(Mad-Mal/Adnkronos Salute)