SANITA': REGIONI A GOVERNO, QUASI 20 MLD EURO MANCANO ALL'APPELLO
SANITA': REGIONI A GOVERNO, QUASI 20 MLD EURO MANCANO ALL'APPELLO
IN FINANZIARIA STANZIATI 'COL TRUCCO' 2 MLD ANTI-LISTE ATTESA

Cernobbio, 7 nov. (Adnkronos Salute) - Mancano all'appello quasi 20 miliardi di euro, mai erogati dallo Stato alle Regioni. Lo afferma Vito De Filippo,governatore dellaBasilicata e rappresentante della Conferenza delle Regioni, intervenendo all'inaugurazione del V Forum Sanita' futura, in corso fino a giovedi' a Cernobbio (Como). Per le Regioni, dunque, i conti non tornano e non sono state ancora sbloccate ''cifre consistenti'', su cui il Governo continua a non fornire risposte.

In particolare, spiega De Filippo, ''rimangono su carta 12,7 miliardi di euro in attuazione delle norme sul federalismo fiscale, previsti dalla Finanziaria 2006, ma non erogabili a breve''. Questi fondi ''sono comunque sbloccati dalla Finanziaria'', replica il sottosegretario alla Salute Domenico Di Virgilio, in questo 'botta e risposta', all'inaugurazione del Forum Sanita' futura, fra Governo e Regioni. I governatori contestano poi il 'trucchetto' utilizzato dall'esecutivo nella manovra 2006: ''sono stati destinati all'abbattimento delle liste d'attesa - sottolinea De Filippo - 2 miliardi di euro, vincolati anche al raggiungimento di alcuni obiettivi del nuovo Piano sanitario nazionale. Ma queste erano risorse che dovevano servire aripianare i disavanzi dal 2001 al 2003, come Stato e Regioni avevano valutato e condiviso. Ridurre le liste d'attesa e' un impegno serio, che richiede finanziamenti davvero aggiuntivi. Non si puo' ricorrere a trucchetti come questo''. Infine, ancora ''nessuna risposta dal Governo'' sui 4,5 miliardi di euro di disavanzo stimato dalle Regioni per il 2004. ''E' necessario chiudere questa partita con l'esecutivo fatta solo di numeri - rileva De Filippo - per poi mettere mano, in un clima piu' sereno, a questioni 'esplosive' come l'invecchiamento progressivo della popolazionee la necessita' di istituire un Fondo per la non autosufficienza''.

(Mad-Mal/Adnkronos Salute)