SANITA': TOMASSINI, ITALIA META DI VIAGGI SPERANZA
SANITA': TOMASSINI, ITALIA META DI VIAGGI SPERANZA
ECCELLENZE ATTIRANO PAZIENTI DA EUROPA E RESTO DEL MONDO

Cernobbio, 7 nov. (Adnkronos Salute) - Settantamila italiani superano i confini del Belpaese ogni anno per cure mediche? ''Un fenomeno del tutto ingiustificato'' secondo Antonio Tomassini, presidente della Commissione sanita' del Senato. ''Tanto piu' che ormai l'Italia e' diventata meta dei cosiddetti viaggi della speranza. Nel nostro Paese - dice il senatore all'Adnkronos Salute, commentando i dati sugli italiani che si curano all'estero a margine del Forum Sanita' Futura di Cernobbio - ormai vengono a curarsi da tutta Europa e, in alcuni casi, da tutto il mondo. Penso a settori di eccellenza come la diagnosi e terapia del tumore della mammella, o le leucemie infantili''.

Insomma, da cenerentola la sanita' italiana e' ormai una realta' con professionalita' importanti, ''che rendono di fatto inutili i viaggi della speranza. Come ho detto quando mi e' stato chiesto come intervenire a proposito di un caso chirurgico serio, relativo a un italiano residente negli Stati Uniti. Il mio consiglio - rivela Tomassini - e' stato quello di far tornare il malato in Italia, dove lo cureremo al meglio''. Certo non in tutta la penisola le situazioni sono uguali. ''Non c'e' ancora un buon equilibrio fra le Regioni - ammette il senatore - abbiamo ereditato delle differenze che, in alcuni casi si sono acuite. Ma in questi anni e' stato fatto un cammino importante. Che ha vanificato il ricorso ai viaggi all'estero in cerca di cure''.

(Mal-Mad/Adnkronos Salute)