SANITA' TOSCANA: LETTURA IN OSPEDALE, LA 'BUONA PRATICA' SI DIFFONDE
SANITA' TOSCANA: LETTURA IN OSPEDALE, LA 'BUONA PRATICA' SI DIFFONDE
DOMANI A BAGNO A RIPOLI UNA GIORNATA DI STUDIO

Firenze, 7 nov. (Adnkronos Salute) - Una biblioteca pubblica sempre pi aperta e attiva nella missione di garantire alla pi vasta platea di lettori l’accesso alla conoscenza e all’informazione. Un ospedale pubblico sempre meno separato dalla realt e capace di progettare un percorso di cura che anche percorso di crescita e di benessere. E’ dall’incontro di queste due realt che sono nati i 17 progetti di “Buone pratiche di promozione della lettura in ospedale” realizzati in Toscana con il cofinanziamento della Regione e in collaborazione con le Biblioteche pubbliche, le Aziende sanitarie e le Associazioni di volontariato.

Domani nella Biblioteca comunale di Bagno a Ripoli (Firenze) e nell’Ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri si tiene una giornata di studi promossa dall’assessorato per il diritto alla salute, dall’assessorato alla cultura della Regione e dal Comune di Bagno a Ripoli. “Il patrimonio librario della Toscana enorme - spiega l’assessore regionale alla cultura Mariella Zoppi - parliamo di 973 biblioteche che custodiscono quasi sei milioni di volumi. Il nostro impegno cercare di avvicinare questi libri ed i servizi offerti dalle biblioteche ai cittadini. Vogliamo superare barriere sociali e logistiche che fino a qualche anno fa potevano sembrare insormontabili, cos dopo la lettura per ‘giovani adulti’, la lettura per non vedenti e la lettura per immigrati, ecco che arriva la lettura in ospedale”.

“Anche se un cittadino si trova momentaneamente ricoverato in ospedale - aggiunge l’assessore per il diritto alla salute Enrico Rossi - non per questo deve perdere il contatto con il mondo esterno, con la realt culturale. Non per questo meno persona a tutto tondo, con le sue esigenze, predilezioni e con il suo diritto a riflettere e pensare, e anche, perch no, a passare bene il tempo”. Le esperienze realizzate in Toscana costituiscono il tema della prima parte della giornata di studio (presso la sala conferenze della biblioteca comunale di Bagno a Ripoli): si parler della promozione della lettura all’Ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, a Careggi, a Santa Maria Nuova, al Nuovo San Giovanni di Dio di Torregalli, all’Ospedale Pediatrico Meyer, all’Ospedale di Borgo San Lorenzo, all’Azienda sanitaria locale di Massa Carrara, all’Ospedale San Donato di Arezzo, all’Ospedale di Prato. Nel primo pomeriggio all’Ospedale Santa Maria Annunziata i ragazzi del Liceo scientifico Leonardo da Vinci di Firenze realizzeranno alcune letture, preparate nell’ambito del progetto “Per leggere?perle leggre” realizzato al Meyer. Sar inoltre presentato il nuovo logo regionale identificativo delle esperienze di lettura in ospedale. Dalle ore 15 alle ore 16 i degenti dell’ospedale verranno accompagnati in una visita guidata alla biblioteca della struttura e al percorso “Ospedale poetico” appena realizzato.

(Adnk/Adnkronos Salute)