GIOVANI: PER 'DROGATI' DI INTERNET E VIDEOGAME CENTRO CURA A CASERTA
GIOVANI: PER 'DROGATI' DI INTERNET E VIDEOGAME CENTRO CURA A CASERTA
NUOVA STRUTTURA PER DISTURBI 'EMERGENTI'

Roma, 17 nov. (Adnkronos Salute) - Dipendenza non significa solo droghe e alcol. Nel nuovo millennio ci sono nemici altrettanto insidiosi per la salute psico-fisica dei giovani. Anche gioco d’azzardo, internet, cellulare, videogame possono diventare una droga, con tutte le conseguenze negative sull’equilibrio psicologico e sulla salute. Per affrontare questi problemi, l’Asl 2 di Caserta inaugurer il 18 dicembre alle 11 un’apposita nuova struttura presso S.Prisco, in via S.Matrona.

Da un indagine del ministero della Pubblica istruzione realizzata nel 2003 in tutt’Italia su un campione di 13mila ragazzi tra i 13 e i 18 anni - riporta una nota dell’asl campana - risultato che ben 88 ragazzi su 100 mettono al primo posto nei loro pensieri i videogames (49%), il computer (44%) la tv e il cellulare (37%). Si tratta di dipendenze sottovalutate, che andrebbero studiate e curate anche se non comprendono l’uso di sostanze fisiologicamente nocive per l’organismo. Il nuovo servizio - conclude la nota - avra’ sede nei locali messi a disposizione dal Comune di S.Prisco. Per la cura delle nuove forme di dipendenza, sar attivo un ambulatorio per la cura dei disturbi e un ambulatorio medico psicologico dipendente dal distretto sanitario 38.

(Com-Stg1/Adnkronos Salute)