INFLUENZA POLLI: 'LANCET', AZIONE TRASPARENTE DEI GOVERNI CONTRO ANSIA DA RISCHIO PANDEMIA
INFLUENZA POLLI: 'LANCET', AZIONE TRASPARENTE DEI GOVERNI CONTRO ANSIA DA RISCHIO PANDEMIA
SERVONO INFORMAZIONI CHIARE PER EVITARE PANICO NELLA POPOLAZIONE

Milano, 17 nov. (Adnkronos Salute) - EMBARGO ALLE 24.00 -

I governi devono agire in modo trasparente, per contrastare l’ansia nella popolazione suscitata dal rischio di una pandemia di influenza aviaria nell’uomo. Il richiamo arriva da un editoriale pubblicato su ‘Lancet’, che invita i governi a muoversi il piu’ presto possibile, per evitare la diffusione del panico. Secondo l’editoriale, infatti, le paure suscitate dal rischio di una massiccia diffusione del virus nell’uomo sono favorite dal fatto che i politici hanno la tendenza istintiva a ‘trattenere’ le informazioni, piuttosto che a parlare apertamente della malattia. Ma moltiplicare l’ansia potrebbe portare a conseguenze peggiori, nel caso in cui la pandemia esplodesse davvero.

‘’Le persone eviterebbero di viaggiare, avrebbero paura ad andare in ospedale e potrebbero iniziare i tumulti nelle strade’’ ipotizza l’editoriale. Non solo, ma i pazienti verrebbero stigmatizzati e la fiducia nei governi subirebbe un duro colpo. Ora piu’ che mai, sottolineano gli autori, e’ arrivato il momento di completare i piani di preparazione contro questa minaccia, ma anche di sradicare l’ansia nella popolazione. ‘’E’ vero che e’ difficile rassicurare il pubblico quando ci sono molte incertezze e l’informazione scientifica disponibile e’ incompleta - prosegue la rivista - ma se i governi vogliono evitare la diffusione del panico devono ammettere l’incertezza, agire in modo trasparente, fissare delle linee guida sulla protezione contro la malattia e accertarsi che le nuove informazioni siano diffuse al pubblico il piu’ rapidamente possibile’’. Tutte azioni che possono essere viste come misure preventive: la popolazione che ha fiducia nei suoi leader sara' piu’ incline a rispettare le indicazioni sanitarie nel caso di pandemia.

(Mal/Adnkronos Salute)