SANITA': ZUCCHELLI (ANAAO), DEVOLUTION ATTO D'IRRESPONSABILITA'
SANITA': ZUCCHELLI (ANAAO), DEVOLUTION ATTO D'IRRESPONSABILITA'
CI ATTIVEREMO PER ABROGARLA CON REFERENDUM

Roma, 17 nov. (Adnkronos Salute) - La devolution e’ ‘’un atto di irresponsabilita’. Il prezzo pagato da Berlusconi a Bossi per portare avanti quest’esperienza di governo’’. E’ il commento di Serafino Zucchelli, segretario dell’Anaao, che ribadisce il ‘no’ alle riforme approvate ieri dal Senato. Un no che, secondo Zucchelli, vede compatti tutti i sindacati degli operatori sanitari. ‘’Ci daremo da fare - sottolinea - perche’ la riforma venga abrogata con il referendum’’.

‘’E’ espressione di assoluta irresponsabilita’ - spiega - istituzionale, perche’ si divide il Paese, ma anche economica e finanziaria, perche’ tutti i processi devolutivi comportano un aumento notevole di spesa. E infatti bisognerebbe trasferire circa 70 miliardi di euro dal centro alla periferia’’. Nella sanita’ italiana, prosegue Zucchelli, ‘’gia’ adesso ci sono evidenti differenze nella fruizione del diritto alla salute da parte dei cittadini delle diverse regioni. La devolution sancira’ ed esaltera’ in modo intollerabile queste differenze, decretando la fine dell’unicita’ del sistema. Mi auguro che i cittadini, quando saranno chiamati a pronunciarsi, spazzeranno via questa riforma’’.

(Mad/Adnkronos Salute)