CANCRO: AIOM, AL LAVORO CON REGIONE LOMBARDIA PER SCORPORO FARMACI COSTOSI DA DRG (2)
CANCRO: AIOM, AL LAVORO CON REGIONE LOMBARDIA PER SCORPORO FARMACI COSTOSI DA DRG (2)

(Adnkronos Salute) - ‘’Da parte nostra – prosegue Scanni – dobbiamo garantire sia l’appropriatezza delle somministrazioni, per evitare inutili sprechi, sia un’informazione corretta sulla scelta della terapia”. La spesa sanitaria, infatti, cresce con un ritmo pi sostenuto rispetto allo sviluppo economico del Paese. “Dal 1980 al 1998 – prosegue il direttore dell’oncologia medica del Fatebenefratelli - l’incremento stato addirittura del 570%’’. Tra le maggiori cause, l’invecchiamento della popolazione - nel 2010 gli over 75 passeranno dall’attuale 6% al 10% della popolazione e nel 2020 l’Italia sar il Paese pi vecchio del mondo – ma anche il progresso scientifico e tecnologico e l’aumento del costo dei beni e dei servizi.

Che fare, dunque? ‘’La possibilit di conoscere il profilo genetico e molecolare di ogni tumore – spiega Scanni – sta provocando una rivoluzione nel nostro modo di affrontare le varie neoplasie, sia dal punto di vista diagnostico, che prognostico e terapeutico. Tumori apparentemente simili, in pazienti apparentemente uguali, possono avere un decorso estremamente diverso. Lo stesso vale per i farmaci. Rispetto ai vecchi chemioterapici, le nuove terapie mirano infatti a specifici bersagli molecolari. Ne risulta una maggiore efficacia d’azione e minori effetti collaterali’’. Ma non sempre il farmaco innovativo pi efficace di quello tradizionale. ‘’Per evitare sprechi (una terapia biologica per un carcinoma mammario costa fino a 30.000 euro a paziente) indispensabile individuare i pazienti che sicuramente beneficeranno della cura - sottolinea l’esperto - ma anche informare correttamente i malati. Se il medico dovesse prescrivere cure ‘standard’, insomma, c’ una ragione scientifica: sulla base del caso specifico che l’oncologo effettua la sua scelta, non sulla innovativit della terapia. O perlomeno quello per cui noi ci battiamo’’.

(Mal/Adnkronos Salute)