GENETICA: SCOPERTI GEMELLI SEMI-IDENTICI, STESSO DNA SOLO DA PARTE DI MADRE
Standard Sfoglia
GENETICA: SCOPERTI GEMELLI SEMI-IDENTICI, STESSO DNA SOLO DA PARTE DI MADRE
SONO UNA CHIMERA, FRUTTO DI RARA FUSIONE DI 2 SPERMATOZOI IN UN OVULO

Roma, 26 mar. (Adnkronos Salute) - Hanno lo stesso Dna da parte di madre, ma condividono solo met dei geni ereditati dal padre. Sono i gemelli 'semi-identici', scoperti dai ricercatori del Banner Good Samaritan Medical Center di Phoenix, in Usa, frutto della fusione di due spermatozoi e un ovulo. In pratica una chimera, "perch le loro cellule non sono geneticamente uniformi. Infatti ciascuno spermatozoo ha contribuito a fornire geni a entrambi i gemelli", spiega Vivienne Souter sul Journal of Human Genetics, rivista del gruppo di Nature.

A occhi nudo i due gemelli non differiscono dai tanti fratelli identici, mono o eterozigoti. Ma il processo che li ha portati alla luce completamente diverso. Tanto da far supporre alla genetista che "la classificazione attuale dei fratelli e sorelle 'uguali' sia troppo semplicistica". In ogni caso la nascita di due bambini frutto di due spermatozoi e un ovulo, tutti chiamati a contribuire alla formazione dell'embrione, "deve essere un evento piuttosto raro", commenta. Tre le condizioni che devono intervenire: "Prima di tutto che un ovulo fecondato da due spermatozoi dia vita a un embrione. Quindi che l'embrione originariamente formato a sua volta si suddivida in due, e terzo che i due bambini arrivino in qualche modo all'attenzione di uno scienziato capace di accorgersi della loro peculiarit", prosegue la genetista. I due gemelli, infatti, sono finiti sotto il microscopio degli esperti perch uno di loro nato con una forma di ermafroditismo, cio con tessuti ovarici e testicolari insieme, mentre l'altro nato maschio. I test genetici hanno poi rivelato che ciascuno dei due conteneva alcune cellule femminili, con due cromosomi X, e altre cellule maschili con X e Y. E le proporzioni di queste due componenti, la femminile e la maschile, variavano a seconda dei tessuti. Questa caratteristica rende i due gemelli ancora pi rari. (segue)

(Sch/Adnkronos Salute)