VACCINI: SANOFI PASTEUR MSD, CHIESTA ESTENSIONE UE A LICENZA GARDASIL (2)
VACCINI: SANOFI PASTEUR MSD, CHIESTA ESTENSIONE UE A LICENZA GARDASIL (2)

(Adnkronos Salute) - I sierotipi 6, 11, 16 e 18 inclusi in Gardasil* - prosegue il comunicato - causano la maggior parte delle patologie a carico dell'apparato genitale correlate all'Hpv. Si calcola infatti che i tipi 6, 11, 16 e 18 siano responsabili del 75% dei casi di cancro del collo dell'utero, del 95% dei tumori a vulva e vagina, del 70% delle lesioni cervicali pre-cancerose, del 50% di quelle potenzialmente pre-cancerose, dell'80% delle lesioni pre-cancerose vulvari e vaginali e del 90% dei condilomi genitali. Tutte malattie contro le quali, sottolinea Sanofi Pasteur MSD, il vaccino ha mostrato negli studi clinici un'efficacia preventiva del 100%. Ma i nuovi dati sottoposti all'Emea - che saranno illustrati in dettaglio durante un congresso scientifico entro la fine del 2007, precisa il gruppo - provano che il prodotto in grado di difendere chi lo assume anche contro sierotipi di Hpv aggiuntivi.

"Durante tutto lo sviluppo clinico di Gardasil* - spiega Patrick Poirot, vice presidente e capo del Dipartimento Medico scientifico di Sanofi Pasteur MSD - ci siamo focalizzati nel provare l'efficacia contro gli endpoint clinici indicati dall'Oms, compresi quelli delle lesioni cervicali pre-cancerose, per dimostrare la prevenzione contro il cancro del collo dell'utero. Abbiamo dimostrato questo per i tipi direttamente inclusi nel vaccino, ottenendo cos la licenza e l'autorizzazione all’immissione in commercio di Gardasil* da parte dell'Ue a settembre 2006. Abbiamo mantenuto degli standard molto alti anche per questi sierotipi aggiuntivi, e ora siamo lieti di poter presentare questi dati importanti sulla 'cross protection'". Il 17 aprile scorso, conclude la nota, anche Merck & Co. ha presentato i nuovi risultati clinici all'agenzia regolatoria Usa Food and Drug Administration (Fda).

(Com-Opa/Adnkronos Salute)